Caratteristiche

Acqua: elisir di vita.

L’acqua è l’elisir della vita. Ricopre il 75% del nostro pianeta, nutre ogni nostra singola cellula e riempie il nostro corpo in una percentuale che varia dal 65 all’80%.  È l’elemento fondamentale della vita: la sua disponibilità e le sue qualità intrinseche hanno influito più di ogni altra cosa allo sviluppo della civiltà in tutte le epoche. La qualità di un’acqua si può certamente gustare, ma soprattutto, si può stabilire scientificamente.

Residuo Fisso

22 mg/l

Contenuto in ossigeno

10,2 mg/l

Contenuto in sodio

1,2 mg/l

pH

6,6

Numeri che lasciano un buon sapore.

Con un residuo fisso di soli 22 mg/l, una durezza bassissima di 1,2 °F, un pH di 6,6 e tanto ossigeno, Acqua Plose è una delle acque più leggere e pure al mondo.

Temperatura dell’acqua alla sorgente 5,5 °C
Residuo fisso a 180° 22,0 mg/L
Resistività ro 35.000 ohm
Ossido-riduzione rh2 27
Acidità pH 6,6
Conducibilità elettrica specifica a 18°C 27 µ S. cm-1
Durezza totale °F 1,2
Ossigeno consumato sec. Kubel < 0,5 mg/L
Ammoniaca, nitriti, fosfati, idrogeno solforato Assenti
Gas disciolti in un litro di acqua ridotti a c.n.:
Anidride carbonica 5,0 mg/L
Ossigeno 10,2 mg/L
Sostanze disciolte in un litro d’acqua a 20°C:
Ione calcio Ca2+ 2,7 mg/L
Ione magnesio Mg2+ 1,5 mg/L
Ione sodio Na+ 1,2 mg/L
Ione potassio K+ 0,2 mg/L
Ione idrogeno carbonato HCO3- 15 mg/L
Ione solfato SO42- 3,1 mg/L
Ione nitrato NO3- 1,0 mg/L
Ione cloruro CI <0,4 mg/L
Silice SiO2- 6,5 mg/L

icon_1

Residuo Fisso

Abbiamo messo a confronto Acqua Plose con le altre acque in commercio.
Abbiamo selezionato i campioni di 10 acque minerali tra le più comuni e li abbiamo portati alla temperatura di 180°. Qui a fianco abbiamo visualizzato il risultato della comparazione evidenziando i residui secchi (cioè non evaporati) di ciascun campione del volume di 5 litri. Acqua Plose è rappresentata dal primo campione partendo da sinistra. Salta all’occhio la differenza tra la sua ridotta quantità di minerali non assimilabili dall’organismo rispetto alle altre.

L’acqua minerale minimamente mineralizzata Plose, oltre ad avere un residuo fisso di soli 22 mg/l, nizagara 100mg, una durezza bassissima di 1,2 °F, un valore minimo di sodio 1,2 mg/l, è quasi priva di nitrati e completamente assente di nitriti. Inoltre è naturalmente ricca di ossigeno: ben 10,2 mg/l.

icon_3

Ossigeno

Acqua Plose contiene naturalmente una quantità molto elevata di ossigeno: 10,2 mg/l. Uno dei valori più alti riscontrati nelle acque minerali in commercio. L’ossigeno si forma naturalmente in Acqua Plose grazie a una serie di processi che arricchiscono l’acqua nel suo lungo percorso tra le rocce delle montagne, prima che sgorghi pura dalla sorgente. L’ossigeno presente nell’acqua che beviamo viene assorbito dallo stomaco e va ad arricchire il sangue venoso di un elemento favorevole al nostro benessere.

icon_4

CONTENUTO IN SODIO

Acqua Plose sgorga pura e incontaminata a 1870 m di altezza con un contenuto in sodio tra i più bassi, solo 1,2 mg/l. Grazie al suo bassissimo contenuto in sodio Acqua Plose favorisce la diuresi riducendo la ritenzione idrica ed è particolarmente indicata nelle diete iposodiche.

icon_2

PH

Il pH di Acqua Plose pari a 6,6 è identico a quello dello spazio intracellulare umano: questo valore risulta ideale perché favorisce il continuo scambio dell’acqua cellulare. Un pH leggermente acido aiuta infatti a frenare l’alcalinizzazione della cellula e quindi l’invecchiamento cellulare.

L’analisi Bioelettronica di LC Vincent

L’acqua è formata da due ioni di Idrogeno e uno di Ossigeno. Ma l’acqua che si trova naturalmente sul nostro pianeta presenta al suo interno molte altre sostanze. Ad esempio l’acqua dolce che comunemente si trova in pozzi, fiumi e laghi contiene anche batteri, minerali inorganici, metalli pesanti, idrocarburi e molti altri elementi inquinanti.
Parlando di acque minerali è bene sapere che minore è il valore del residuo fisso, più leggera sarà quell’acqua. Non solo, per valutare correttamente la “qualità” di un’acqua da bere è necessario considerare anche altri importanti parametri. Il Prof. L.C. Vincent (idrologo francese di fama internazionale) dopo anni di studi e raccolta dati in numerose località, constatò che il tasso di mortalità per ogni tipo di malattia è direttamente legato alla qualità dell’acqua distribuita alla popolazione. Esso cresce in modo particolare quando le acque sono molto mineralizzate e rese potabili artificialmente da trattamenti fisici e chimici. Mise a punto la tecnica della Bioelettronica, le cui leggi sono applicabili a tutti i mezzi acquosi.

La tecnica di Vincent consiste nel misurare con un’apparecchiatura elettronica i tre parametri necessari a qualificare una soluzione acquosa:

– pH: che misura i gradi di acidità
– rh2: che indica il rapporto di ossido-riduzione e definisce la capacità di scambio tra i componenti organici
– ro: resistività, ovvero la resistenza elettrica, la capacità di far passare o meno la corrente elettrica.

Secondo la Bioelettronica di Vincent i valori di Acqua Plose sono fortemente indicativi di ottima qualità: ro=35.000, rh2=27, pH=6,6 per un valore energetico di 4,89 µWatt. Infatti minore è il valore energetico uWatt, migliore è la qualità dell’acqua.

È interessante osservare che Acqua Plose è una delle pochissime acque al mondo che riesce ad ottenere un valore energetico µWatt minore di 10.

Chi Siamo

Era una fresca giornata dell'autunno del 1952 quando Giuseppe Fellin scese dal Monte Plose con una gerla sulle spalle contenente la prima "bottiglia" di Acqua Plose.

Omeopatia

Per le sue caratteristiche di purezza e leggerezza Acqua Plose è stata scelta da Fiamo come partner ufficiale, ritenendola ideale per le preparazioni omeopatiche.

Acqua Plose

Acqua Plose. Per renderla perfetta non abbiamo fatto nulla.

Vuoi ricevere Acqua Plose?